la salute

Malattia da reflusso gastroesofageo cronico (GERD) – informazioni mediche quotidiane

Malattia da reflusso gastroesofageo cronico (GERD) – informazioni mediche quotidiane

Molte persone in tutto il mondo, specialmente nei paesi esotici, soffrono di malattia da reflusso gastroesofageo cronico (GERD). Gli scienziati ritengono che la ragione dell’aumento del numero di persone infette sia dovuta al consumo di cibi malsani, che richiedono una dieta sana per i pazienti con GERD per alleviare i sintomi.

Molte persone possono sperimentare il reflusso acido dello stomaco di tanto in tanto, ma la condizione non viene diagnosticata come GERD a meno che non sia lieve almeno due volte a settimana e moderata o grave una volta alla settimana.

Malattia da reflusso gastroesofageo cronico (GERD)

La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) è una condizione di reflusso acido cronico causata dalla continua fuoriuscita di acido nell’esofago, il tubo che va dalla gola allo stomaco. Quando questa condizione si verifica perché lo sfintere esofageo inferiore è debole, impedendogli di chiudersi completamente quando il cibo raggiunge lo stomaco, l’acido scorre attraverso l’esofago nella gola e nella bocca, facendoti sentire un sapore aspro in bocca.

Le persone con malattia da reflusso gastroesofageo hanno maggiori probabilità di altre di sviluppare malattie cardiache. Nota che i sintomi del bruciore di stomaco e dell’infarto possono essere molto simili, rendendo difficile la distinzione. Pertanto, se hai dolore al petto, devi fare immediatamente il test per escludere un infarto.

Va notato che alcune persone con GERD possono essere in grado di superare il problema apportando semplici modifiche allo stile di vita o utilizzando alcuni farmaci che non richiedono la prescrizione di un medico, ma alcuni pazienti potrebbero aver bisogno di un trattamento farmacologico efficace per GERD e talvolta di un intervento chirurgico.

Sintomi della malattia da reflusso gastroesofageo cronico

I sintomi della malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) possono variare da persona a persona e i sintomi possono includere alcuni o tutti i seguenti:

  • bruciore di stomaco
  • Fonte
  • Difficoltà di deglutizione
  • Ruttare dal cibo o dalle bevande
  • Un bernoccolo o un bernoccolo in gola
  • tosse secca
  • alito cattivo
  • nausea

Le persone con GERD possono anche avere tosse cronica, mal di gola e crisi allergiche nuove o peggiori e insonnia.

D’altra parte, alcune persone possono avere sintomi di reflusso silenziosi che non causano la comparsa dei soliti sintomi di reflusso. I ricercatori hanno scoperto che un numero significativo di pazienti con GERD ha questo tipo silenzioso.

complicazioni GERD

L’esposizione prolungata a GERD non trattata può portare a:

  • Restringimento dell’esofago: quando la parete dell’esofago è soggetta a una costante irritazione dovuta all’eccesso di acido gastrico, la trama dei suoi tessuti cambia e si trasforma in tessuti meno flessibili, il che porta al restringimento dell’esofago e all’insorgenza di difficoltà nella deglutizione.
  • Ulcere esofagee: si verificano a causa dell’infiammazione della parete dell’esofago causata dall’acido dello stomaco, che provoca ulcere nella parete esofagea e complicazioni come forte dolore o sanguinamento e difficoltà a deglutire.
  • Cancro esofageo: a causa dell’esposizione cronica della parete esofagea all’acido dello stomaco, i tipi di cellule possono cambiare, portando ad un aumento del rischio di cancro esofageo, che di solito colpisce le parti superiore e centrale dell’esofago.

La malattia da reflusso gastroesofageo porta alla perdita di peso?

La malattia da reflusso gastroesofageo cronico può causare nausea, dolore e difficoltà a deglutire. Nel tempo, questo può portare a una perdita di appetito e vomito persistente, che porta alla perdita di peso, indicando complicazioni di GERD.

Cause di GERD

Per sapere come si manifesta la GERD, osserviamo la struttura anatomica della parte superiore dell’apparato digerente, che consiste in bocca, gola ed esofago collegati allo stomaco, e alla sua giunzione un anello muscolare circolare che funge da valvola per consentire al cibo di passare dall’esofago allo stomaco e impedire che ritorni nell’esofago dopo che è stato mescolato con l’acido dello stomaco.

E quando questo anello si rilassa, si indebolisce o si indebolisce, noto come apertura del cuore, non svolge la sua funzione primaria e il cibo mescolato con l’acido dello stomaco ritorna nell’esofago, esponendo l’esofago all’irritazione e all’infiammazione, quindi i sintomi del calcio superiore sono stati menzionati.

fattori di rischio

Ci sono molti fattori che possono aumentare la probabilità di sviluppare la malattia, come ad esempio:

  • sovrappeso (obesità)
  • Ernia iatale che colpisce la parte superiore dello stomaco.
  • Gravidanza.
  • Problemi del tessuto connettivo come la sclerodermia.
  • Svuotamento gastrico ritardato a causa di problemi di motilità gastrointestinale.

Ci sono anche fattori che possono aumentare la gravità della condizione se esiste già, come ad esempio:

  • fumare.
  • Mangiare pasti abbondanti o mangiare a tarda notte.
  • Assunzione eccessiva di cibi grassi e fritti.
  • Consumo eccessivo di caffè o alcol.
  • Prendi alcuni farmaci, come farmaci per l’ipertensione, farmaci per l’asma, antidolorifici e antidepressivi.

Leggi anche: La relazione tra reflusso gastroesofageo e asma

Diagnosi di GERD

Il medico può diagnosticare la GERD utilizzando le informazioni della tua storia medica e alcuni test clinici. Per confermare la diagnosi o tenere traccia delle complicanze, il medico può ordinare i seguenti test:

1. Endoscopio orale

Per fare ciò, un endoscopio con fotorivelatore e fotocamera viene inserito attraverso la bocca nell’esofago per esaminare in dettaglio la parete esofagea e può anche essere prelevato un campione della parete esofagea per l’esame e la conferma o la norma. di possibili alterazioni cancerose.

2. Test del reagente acido portatile

È un piccolo catetere che viene inserito attraverso il naso o attraverso un esofagoscopio. Il catetere è collegato a un piccolo computer che può essere indossato intorno alla vita o alla spalla. Il suo compito è sapere quando e quando l’acido scorre nell’esofago e dopo due giorni il catetere uscirà con le feci.

3. Manometria esofagea

Lo fa misurando il movimento delle contrazioni muscolari nell’esofago durante la deglutizione, oltre a misurare la coordinazione tra questi muscoli e la forza della loro contrazione.

4. Raggi X

Radiografia del tratto digerente superiore Prima dell’imaging, il paziente prende una bevanda che colora la parte superiore del tratto digerente in modo che durante l’imaging si possa vedere la distribuzione del fluido, diagnosticando così una stenosi esofagea o qualcos’altro. I problemi che interessano il passaggio del cibo impediscono la deglutizione.

Trattamento della malattia da reflusso gastroesofageo cronico (GERD)

Innanzitutto, il medico ti suggerirà di cambiare il tuo stile di vita e alcune abitudini che possono portare a GERD cronica e potrebbe anche suggerire alcuni semplici farmaci come trattamento iniziale, ma se la condizione non migliora entro poche settimane, il medico sarà più efficace. Medicinali o talvolta interventi chirurgici.

1. Farmaci per la malattia da reflusso gastroesofageo (GERD)

  • Gli antiacidi possono aiutare ad alleviare i sintomi e il bruciore di stomaco, ma non curano la gastrite, alleviano solo i sintomi.
  • Medicinali che riducono la produzione di acido nello stomaco, che funzionano più lentamente degli antiacidi, ma il loro effetto è più forte e dura più a lungo perché riducono la produzione di acido nello stomaco.
  • Medicinali che riducono la produzione di acido e aiutano a guarire l’esofago, come l’omeprazolo e i suoi derivati.Questi farmaci sono noti per essere più forti ed efficaci dei loro predecessori perché bloccano la produzione di acido per lunghi periodi, il che dà una possibilità alle cellule e ai tessuti dell’esofago per riprendersi dall’infiammazione.
  • Medicinali che rafforzano l’apertura del cuore, come il piclofen, che rilassa il cuore, riducendo così il flusso di acido nell’esofago.

2. Chirurgia e alcune metodiche non farmacologiche

  • Restringimento dell’apertura dello stomaco: l’intervento viene eseguito tramite endoscopia, che comporta il restringimento della parte superiore dello stomaco intorno all’estremità dell’esofago per prevenire la GERD.
  • Dispositivo Linux: un anello magnetico posto intorno all’apertura del cuore, abbastanza stretto da prevenire il reflusso acido e abbastanza largo da consentire il passaggio del cibo.

3. Stile di vita e rimedi casalinghi

I rimedi casalinghi per GERD includono:

  • Mantieni un peso sano.
  • Limita il fumo.
  • Allevia i sintomi con il massaggio.
  • Dormi su un cuscino rialzato.
  • Evita cibi o bevande che aumentano la GERD, come cibi grassi, alcol e caffè.
  • Evita i vestiti stretti in vita.

4. Trattamento della malattia da reflusso gastroesofageo con ricette naturali

  • Le erbe di camomilla possono essere assunte per alleviare i sintomi del reflusso, ma dovresti prima consultare il medico.
  • Terapia di rilassamento per alleviare lo stress e l’ansia e rilassare i muscoli.

Preparazione per un appuntamento dal medico

  1. Se decidi di consultare un medico, dovresti prendere le seguenti precauzioni:
  2. Prima di consultare il medico, impara tutte le precauzioni per i pasti.
  3. Annota i tuoi sintomi anche se pensi che non siano correlati al tuo problema.
  4. Annota i fattori che ti fanno sentire meglio, come mangiare un certo tipo di cibo.
  5. Annota tutti i farmaci che prendi, comprese le vitamine.
  6. Registra la tua attuale storia medica in dettaglio.
  7. Annota le tue informazioni personali ed eventuali cambiamenti nello stile di vita, come: b. Un cambiamento nella dieta o un recente aumento dello stress.
  8. Annota le domande che hai in testa da porre al tuo medico.
  9. Porta con te un amico o un familiare in modo da poter ricordare ciò che hai dimenticato.

Se hai GERD, dovresti porre al tuo medico queste domande:

  1. Qual è la possibile causa dei miei sintomi?
  2. Che controlli devo fare? È necessario prendere qualche precauzione prima di fare questi test?
  3. La mia condizione è temporanea o cronica?
  4. Quali trattamenti sono disponibili per la mia condizione?
  5. Ci sono restrizioni da rispettare?
  6. Se ho un problema medico diverso, come posso coordinare i due problemi e trattarli in parallelo?

Cosa ti aspetti dal tuo medico?

Il medico avrà bisogno di alcune informazioni da te e potrebbe farti domande come:

  • Da quando compaiono questi sintomi? E quanto è stato brutto?
  • I sintomi erano continui o intermittenti?
  • Quali fattori hanno fatto migliorare o peggiorare i sintomi?
  • Questi sintomi ti hanno fatto svegliare di notte?
  • I sintomi peggiorano dopo aver mangiato o quando sei a letto per dormire?
  • Hai mai avuto cibo o liquidi fuoriusciti dalla bocca?
  • Hai difficoltà a deglutire o hai dovuto modificare la qualità del cibo per facilitarne la deglutizione?
  • Hai recentemente guadagnato o perso peso?

.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button